ISTITUTO

Istituito con DPR n. 233 del 26 novembre 2007 e regolamentato dal DM del 7 ottobre 2008, l'ICBSA è subentrato alla Discoteca di Stato della quale ha acquisito "le competenze, il personale, le risorse finanziarie e strumentali, le attrezzature e il materiale tecnico e documentario". Compiti e finalità >

 

 Deposito Legale - L. 106/2004 



Logo trasparenza

 

immagini carta dei servizi

 


 

 Visita il

Museo Virtuale

 

 

 

 Formazione e didattica

 

 affittoauditroium

 

 

 visite guidate/attività in-formative

 

 

TIROCINI ICBSA

 
 
 

 

in evidenza

PRIMUS 2015

Progetto Registrazione Inediti Musicali (PRIMUS)

 

La Discoteca di Stato, oltre al compito della conservazione della tradizione culturale italiana attraverso le fonti audio, ha da sempre svolto anche un importante ruolo di attivo produttore. Nell’archivio dell’attuale Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi, erede della Discoteca di Stato, sono presenti oltre 800 documenti, tra nastri, CD, 78 e 33 giri, DAT ed altro, che testimoniano di questa attività di registrazione e produzione essenzialmente rivolta alla cultura musicale ed audiovisiva italiana.

In questo contesto il progetto PRIMUS si colloca a pieno titolo con l’intento di recuperare questa tradizione e colmare dunque alcuni vuoti dovuti alle politiche editoriali del settore discografico.

Nell’avvio di questo progetto sperimentale, il gruppo di lavoro titolare dell’iniziativa ha identificato, nel campo della musica d’arte, tre grandi ambiti cronologici con i quali avviare un piano di registrazioni inedite che vadano dunque a colmare queste gravi lacune: fra questi quello relativo all’Ottocento e Novecento strumentale italiano riguarda la rassegna in questione.

Il ricchissimo repertorio dei compositori italiani che, nel XIX secolo dominato dal melodramma e nei primissimi anni del XX secolo, hanno rilanciato la produzione musicale in un ambito cameristico e sinfonico, è spesso negletto e rischia di andare completamente perduto a causa della frequente esclusione dalle programmazioni concertistiche e dal richio di perdita delle stesse fonti a stampa.

Il progetto si propone di ovviare in parte a questa grave situazione realizzando la registrazione di brani tratti da questo repertorio, in collaborazione con musicisti ed interpreti consapevoli di questo importante compito e della necessità di arricchire l’archivio nazionale di una parte importante della produzione musicale del passato. I concerti di questa rassegna sono dunque il punto di arrivo del lavoro principale che viene svolto in sede di registrazione in collaborazione con il settore tecnico dell’ICBSA.

Cataloghi online

Il Catalogo Multimediale su OPAC (On-line Public Access Catalogue) dell'ICBSA garantisce l'ascolto e la visione del materiale multimediale digitalizzato (circa 330.000 brani audio e 130.000 immagini) e la consultazione delle descrizioni del materiale audiovisivo (circa 1.000.000 di titoli). E'ora disponibile anche una versione sperimentale aggiornata del catalogo OPAC:
OPACII

 La consultazione del catalogo può essere anche effettuata in modalità ricerca semplificata a testo libero:

Ricerca semplificata

Altri cataloghi on-line permettono di ricercare nella totalità delle molteplici tipologie di documenti e fondi dell'Istituto.



Servizi

L'ICBSA offre ai propri utenti, sia in sede che in rete, servizi di: informazioni e primo orientamento,   consultazione e reference,   ascolto-visione,   riversamenti, attività culturali,  formative e didattiche.

Sono attivi presso la nostra sede i terminali di accesso a:


Shoah Foundation banner

RaiTeche LogoArchivio storico




A partire dal 7 marzo 2015 i servizi al pubblico sono temporaneamente sospesi nelle giornate di sabato.
 


orologio tempo corpo
orario servizi al pubblico







   youtube


Fonografi e grammofoni


Selezione di filmati in rete   link >>