ISTITUTO

Istituito con DPR n. 233 del 26 novembre 2007 e regolamentato dal DM del 7 ottobre 2008, l'ICBSA è subentrato alla Discoteca di Stato della quale ha acquisito "le competenze, il personale, le risorse finanziarie e strumentali, le attrezzature e il materiale tecnico e documentario". Compiti e finalità >

DEPOSITO LEGALE

A seguito dell'emanazione del regolamento di attuazione, con il D.P.R. 3 maggio 2006, n.252 , è entrata in vigore, dal 2 settembre, la nuova Legge sul deposito legale in Italia (L.106/2004)

 

SERVIZI

L'ICBSA offre ai propri utenti, sia in sede che in rete, servizi di: informazioni e primo orientamento,   consultazione e reference,   ascolto-visione,   riversamenti, attività culturali,  formative e didattiche, carta dei servizi.

- CONSULTA IL CATALOGO E PRENOTA
   L'ASCOLTO/VISIONE
- ORARIO SERVIZI AL PUBBLICO
- PRENOTAZIONE E AFFITTO AUDITORIUM
- MEMORIE DI FAMIGLIA


BANCHE DATI ESTERNE

Sono disponibili per la consultazione in sede le banche dati di RAI TECHE e USC SHOAH FOUNDATION. Prenota l'ascolto/visione


DONAZIONI

Le proposte di donazione di documentazione sonora e audiovisiva dovranno essere inviate alla Direzione dell'ICBSA, via mail (carlo.birrozzi@beniculturali.it) o per posta ordinaria (Arch. Carlo Birrozzi, Direttore ad interim dell'Istituto Centrale per i beni sonori ed audiovisivi, via Michelangelo Caetani, 32 – 00186 Roma).


ATTIVITA' FORMATIVE

Consulta l'offerta formativa dell'ICBSA


Partecipazioni ad attività esterne e pubblicazioni




 

AppImmuni

youtube

 instagram    facebookweb          soundcloud


                                      

riapertura



NEWS Agosto 2020

Gruppo di lavoro sulle linee guida per le fonti orali

Come raccogliere le testimonianze orali? Come organizzarle, descriverle e conservarle? Queste sono alcune delle domande cui si è cercato di rispondere predisponendo un Vademecum pensato per il ricercatore che lavora sulle fonti orali, anche occasionale.

Il Vademecum sarà presentato online il 27 ottobre 2020 dagli autori e da alcuni ospiti speciali. Le linee guida sono state predisposte dal Gruppo di lavoro sulle linee guida per le fonti orali, costituitosi il 20 maggio 2019, organizzato e coordinato da Silvia Calamai, esponente dell’Associazione italiana scienze della voce, da Alessandro Casellato, presidente dell’Associazione italiana di storia orale, e da Maria Francesca Stamuli, funzionario addetto alla tutela degli archivi con documentazione audio e audiovideo della Soprintendenza archivistica e bibliografica della Toscana.

Alla stesura del Vademecum che affronta le problematiche inerenti la formazione, gestione, catalogazione, pubblicazione, conservazione e riuso delle fonti orali hanno partecipato tecnici dell’ ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana)​, dell'Istituto nazionale Ferruccio Parri, dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della Marca trevigiana, Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea "Giorgio Agosti", Fondazione ISEC, di CLARIN Italia, del Centro di sonologia computazionale dell’Università di Padova accanto alla Direzione Generale Archivi, alla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Piemonte e della Valle d’Aosta agli Istituti Centrali del Ministero per i beni e le attività culturali che attuano e delineano pratiche descrittive e di standardizzazione del trattamento dei documenti ossia l’ Istituto centrale per i beni sonori ed audiovisivi, l’Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografichel’Istituto centrale per il catalogo e la documentazionel’Istituto centrale per gli archivi.




Consulta il catalogo online e prenota la sala