ISTITUTO

Istituito con DPR n. 233 del 26 novembre 2007 e regolamentato dal DM del 7 ottobre 2008, l'ICBSA è subentrato alla Discoteca di Stato della quale ha acquisito "le competenze, il personale, le risorse finanziarie e strumentali, le attrezzature e il materiale tecnico e documentario". Compiti e finalità >

DEPOSITO LEGALE

A seguito dell'emanazione del regolamento di attuazione, con il D.P.R. 3 maggio 2006, n.252 , è entrata in vigore, dal 2 settembre, la nuova Legge sul deposito legale in Italia (L.106/2004)

 

SERVIZI

L'ICBSA offre ai propri utenti, sia in sede che in rete, servizi di: informazioni e primo orientamento,   consultazione e reference,   ascolto-visione,   riversamenti, attività culturali,  formative e didattiche, carta dei servizi.

- CONSULTA IL CATALOGO E PRENOTA
   L'ASCOLTO/VISIONE
- ORARIO SERVIZI AL PUBBLICO
- PRENOTAZIONE E AFFITTO AUDITORIUM
- MEMORIE DI FAMIGLIA


BANCHE DATI ESTERNE

Sono disponibili per la consultazione in sede le banche dati di RAI TECHE e USC SHOAH FOUNDATION. Prenota l'ascolto/visione


DONAZIONI

Le proposte di donazione di documentazione sonora e audiovisiva dovranno essere inviate alla Direzione dell'ICBSA, via mail (carlo.birrozzi@beniculturali.it) o per posta ordinaria (Arch. Carlo Birrozzi, Direttore ad interim dell'Istituto Centrale per i beni sonori ed audiovisivi, via Michelangelo Caetani, 32 – 00186 Roma).


ATTIVITA' FORMATIVE

Consulta l'offerta formativa dell'ICBSA


Partecipazioni ad attività esterne e pubblicazioni




 

AppImmuni

youtube

 instagram    facebookweb          soundcloud


                                      

GEP2020


Si comunica che, per ragioni tecniche, si è costretti a sospendere il servizio di accesso alle cabine di ascolto per il giorno venerdì 25 c.m.


NEWS Agosto 2020

Gruppo di lavoro sulle linee guida per le fonti orali

Come raccogliere le testimonianze orali? Come organizzarle, descriverle e conservarle? Queste sono alcune delle domande cui si è cercato di rispondere predisponendo un Vademecum pensato per il ricercatore che lavora sulle fonti orali, anche occasionale.

Il Vademecum sarà presentato online il 27 ottobre 2020 dagli autori e da alcuni ospiti speciali. Le linee guida sono state predisposte dal Gruppo di lavoro sulle linee guida per le fonti orali, costituitosi il 20 maggio 2019, organizzato e coordinato da Silvia Calamai, esponente dell’Associazione italiana scienze della voce, da Alessandro Casellato, presidente dell’Associazione italiana di storia orale, e da Maria Francesca Stamuli, funzionario addetto alla tutela degli archivi con documentazione audio e audiovideo della Soprintendenza archivistica e bibliografica della Toscana.

Alla stesura del Vademecum che affronta le problematiche inerenti la formazione, gestione, catalogazione, pubblicazione, conservazione e riuso delle fonti orali hanno partecipato tecnici dell’ ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana)​, dell'Istituto nazionale Ferruccio Parri, dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della Marca trevigiana, Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea "Giorgio Agosti", Fondazione ISEC, di CLARIN Italia, del Centro di sonologia computazionale dell’Università di Padova accanto alla Direzione Generale Archivi, alla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Piemonte e della Valle d’Aosta agli Istituti Centrali del Ministero per i beni e le attività culturali che attuano e delineano pratiche descrittive e di standardizzazione del trattamento dei documenti ossia l’ Istituto centrale per i beni sonori ed audiovisivi, l’Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografichel’Istituto centrale per il catalogo e la documentazionel’Istituto centrale per gli archivi.




Consulta il catalogo online e prenota la sala